Alghe nell'acqua

 
Cosa sono le alghe?

Le alghe sono vegetali ,vivono soprattutto  nell’acqua. Possono essere unicellulari o pluricellulari .  che si nutriscono principalmente di sostanze nutritive azoto, fosforo, potassio, magnesio, calcio eccetera. Sono in grado di assimilare (assorbiscono il CO2 dall'aria o dall'acqua e attraverso la luce del sole e l’acqua producono i carboidrati), la fotosintesi.

Sono nella vegetazione, nell'aria, nel suolo e nell'acqua. Le loro spore microscopiche vengono procrastinate dal vento, dalle tempeste di polvere, pioggia e tra le altre cose nelle piscine e dentro altri contenitori di acqua. Nelle acque stagnanti crescono molto rapidamente se sono esposti alla luce del sole ed a temperature superiori a 4 gradi centigradi. Possono produrre muco e odori spiacevoli. Inoltre, essi interferiscono con il filtraggio adeguato e aumentano la richiesta del cloro. La presenza di fosfati e nitrati nell’acqua rafforza la loro crescita. La crescita delle alghe avviene in tre forme principali: Plancton, filamentosi e le macrofiti.

Le alghe planctoniche sono delle piante unicellulari microscopiche che galleggiano liberamente in acqua. Se queste piante appaiono molto abbondanti o fioriscono possono causare la colorazione verde dell’acqua dello stagno. Raramente l'acqua adotta a causa delle alghe anche altre colorazioni, per esempio giallo, grigio, marrone e rosso.

Alghe filamentose sono talvolta denominate anche "alghe a filo" (Zygnema) o schiuma di stagno. Essi appaiono come sottili fili verdi che formano stuoie galleggianti che spesso vengono spostate dal vento al di sopra dello stagno. Queste alghe vengono trovate spesso vicino le rocce, vicino alle piante acquatiche e i pontili d’approdo.


Le alghe macrofite  assomigliano a vere piante, vale a dire che essi sembrano d’avere uno stelo e delle foglie, e radicano nel terreno. Una frequente alga macrofita si chiama Chara (alghe verdi) o erba di muschio (a causa del suo forte odore di muschio). Chara  è ruvida al tatto a causa dei depositi di calcio sulla sua superficie. Quest’attributo gli ha dato un altro nome spesso utilizzato – barba di Giove.


Problemi di alghe
Le alghe sono per la maggior parte di scarso valore per il vostro stagno o laghetto. Le forme filamentose (Zygnema) e il plancton hanno un gigantesco tasso di riproduzione e la loro morte improvvisa può causare una mancanza di ossigeno(ipossia). L’ossigeno che hanno bisogno i pesci negli stagni e laghi viene stanziato da altre  piante acquatiche , che prosperano senza competere con le alghe.

 
I problemi di alghe ,nello stagno, sono causati di solito da un eccesso di offerta di sostanze nutritive (nitrati e fosfati) . Dal momento in cui uno stagno viene creato  vengono importate delle sostanze nutritive dai dintorni. Più tempo passa, più sostanze  nutrienti vengono accumulati, nello stagno,e  i problemi delle alghe si fanno più sensibili. L'acqua derivata da campi fertili, prati e pascoli, alimentazione animale, cisterne di disinfezione e i campi e per l'irrigazione accelera l’arricchimento e la crescita delle alghe nello stagno.

L'eccessiva crescita di alghe opprime o sopprime altre forme di piante acquatiche, in aggiunta la luce del sole necessaria alla normale crescita , viene bloccata. Problemi di aroma e odore dell’acqua potabile e talvolta anche la morte dei pesci sono collegati con la crescita eccessiva del plancton. Le alghe filamentose e macrofite  formano spesso una pianta compatta , che rende quasi impossibile , la pesca, il nuoto e  altre attività ricreative. Una copertura completa può impedire la penetrazione della luce solare e limitare la produzione di ossigeno che per una buona crescita dei componenti ittici necessità  di restringere i componenti  alimentari . Se l’abbondanza delle alghe viene in conflitto con l’uso previsto dello stagno, si deve riflettere a proposito di un metodo per il controllo delle alghe.


Controllo delle alghe
Tappeti di alghe filamentose (Zygnema) le alghe si possono raccogliere con un rastrello, un acchiappafarfalle o con dei dispositivi analoghi. Tuttavia, questo metodo di controllo delle alghe è molto intenso di lavoro e fornisce solo temporaneo controllo. In alcuni casi, le alghe, non appena vengono rimosse  ricrescono nuovamente.
Prima di usare sostanze chimiche si dovrebbe utilizzare il potenziale di contaminazione delle risorse idriche nazionali e dei tempi di attesa per l'irrigazione del bestiame, il consumo di pesce, il nuoto, e prendere in considerazione delle possibili irritazioni.

Un "controllo biologico" si pone quando una forma di vita è utilizzata per controllare gli altri o l'equilibrio biologico è manipolato in modo che un disturbo indesiderato viene colpito. E 'saggio essere molto attenti quando si decide per l'uso di un controllo biologico. Esso può rivelarsi negativo, quando la forma di vita portata diventata un problema più serio di quello iniziale.


"Barley Straw" è stato testato in Inghilterra dal Centro per la gestione delle acque sulla possibilità di controllo di plancton e alghe filamentose (Zygnema). Questi test sono stati eseguiti continuamente negli ultimi 15 anni. "Barley Straw" e altri tipi di paglia sono stati usati negli Stati Uniti con risultati molto misti, ed  il problema non si è risolto dal tutto.

 

 
Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin